E-bike: la pratica bicicletta motorizzata

 

Le e-Bike, note anche con il nome di pedelec, sono biciclette dotate di un motore elettrico che assiste la pedalata. Questi modelli sono fonte di grande divertimento, spronano al movimento all’aria aperta e consentono di raggiungere la meta non solo senza fare troppa fatica, ma anche in modo più ecologico. E dato che quasi tutti i ciclisti, indipendentemente dalla disciplina, desidererebbero avere a loro disposizione un po’ di potenza in più, ora esistono e-bike per ogni tipo di tracciato. I diversi modelli si distinguono tra quelli che forniscono un’assistenza di pedalata fino a 25 km/h e le cosiddette s-pedelec, il cui motore elettrico assiste fino a 45 km/h. Nella nostra guida trovi pratici consigli che ti aiutano a scegliere quale e-bike fa per te.

 

In città, sui percorsi di montagna o per una performance di lunga durata: ecco come trovare la e-bike giusta

Come nelle normali biciclette azionate dalla sola forza muscolare, anche per le e-bike esiste un ampio assortimento. Qualsiasi percorso tu scelga, troverai sicuramente la e-bike che soddisfa le tue necessità.


E-bike da città: per agili pedalate in città e in campagna

Che si tratti del rapido tragitto per far visita agli amici o per recarsi a fare la spesa, oppure del breve tratto casa-lavoro: le nostre biciclette elettriche da città sono equipaggiate alla perfezione con tutto il necessario per le tue avventure in città o sulle strade di paese. Il cestino per la bicicletta e il portapacchi garantiscono lo spazio necessario per trasportare la spesa e il cavalletto laterale consente di parcheggiare in tutta stabilità. E dato che le e-bike da città sono state ideate per l’utilizzo su strade asfaltate e a velocità nella media, necessitano di un numero inferiore di marce. Le e-bike da città si prestano inoltre per le escursioni domenicali su strade in prevalenza asfaltate. A chi invece desidera affrontare tracciati più impegnativi come i sentieri nei boschi, consigliamo vivamente le e-bike da trekking.


E-bike da trekking: per rilassanti escursioni in bicicletta

Ti piace andare lontano e trovi che non ci sia niente di più bello di un’escursione in bicicletta? Allora i modelli da trekking delle nostre e-bike sono quello che cerchi. Dispongono di cambi da 8 fino a 20 velocità e trasformano i tragitti più impegnativi come i passi di montagna e le tratte più frenetiche in puro divertimento. E grazie alla forcella ammortizzata il passaggio da strade asfaltate a strade ricoperte di ghiaia e a sentieri nei boschi non pone alcun problema.

Buono a sapersi: la corsa di sospensioneBuono a sapersi: la corsa di sospensione

Nei modelli da trekking, la corsa di sospensione, ossia la lunghezza attraverso la quale lo stelo interno affonda nel fodero per contrastare i colpi è compresa tra 40 e 75 mm. A titolo di paragone: per le nostre e-mountain bike sono disponibili forcelle da 100 fino a 160 mm di corsa.


E-mountain bike: massima potenza per affrontare i sentieri

Le e-mountain bike sono perfette per chi vuole vedere le strade asfaltate solo da lontano. Dopotutto, padroneggiare i terreni aspri è un compito tutt’altro che facile per i ciclisti. Grazie alla spinta extra del motore elettrico l’impresa diventa però più accessibile e soprattutto più veloce. E naturalmente ciò consente di investire più energia nella discesa del sentiero. Analogamente alle normali mountain bike, anche quelle elettriche sono disponibili in modelli hardtail dotati di forcella ammortizzata, e in modelli fully o full suspension, che oltre alla sospensione anteriore sono dotati di ammortizzatori nella parte posteriore.

Clicca qui e scopri maggiori informazioni sugli ambiti di utilizzo e i vantaggi dei modelli hardtail e fully.


Speed e-bike: avanti a tutta forza

Esistono molti motivi per scegliere una e-bike dal motore particolarmente performante. Le s-pedelec, ossia un tipo di e-bike dotato di una forza di trazione particolarmente elevata, sono disponibili con pedalata assistita fino a 45 km/h. Questi modelli sono quindi ideali per chi utilizza la bicicletta per andare al lavoro e che, per esempio, desidera arrivare in ufficio senza macchie di sudore sugli abiti, per ciclisti che vogliono semplicemente affrontare in modo ancora più scattante i tratti in salita e per sportivi amatoriali che vorrebbero tanto pedalare più rapidamente e con più resistenza.

Motori più forti sono sinonimo di maggiore forza di trazione. Le speed e-bike sono quindi perfette per i ciclisti che con la loro bicicletta desiderano trasportare un carico.

Esistono diverse categorie di bicicletta che consentono velocità più elevate: dalle city bike fino ai modelli da trekking. Da noi trovi la e-bike dotata della potenza extra che meglio soddisfa i tuoi desideri.

 

Buono a sapersiBuono a sapersi

Nelle e-bike è consigliabile prestare particolare attenzione alla qualità dei freni. Ciò non vale solo per le speed e-bike, ma anche per tutte le altre e-bike in assortimento. La velocità elevata unita al peso maggiore rende lo spazio di frenata più lungo che nelle normali biciclette senza accumulatore. Per garantire maggiore sicurezza, le s-pedelec sono quindi dotate di freni idraulici con elevata forza di trazione.


Pedala più in alto: ecco come stabilire le dimensioni giuste della e-bike

Le dimensioni della e-bike sono molto importanti

Trovare le giuste dimensioni del telaio è assolutamente essenziale. Ciò aiuta infatti a utilizzare la forza con maggiore efficienza e ad assumere una posizione corretta. Ti mostriamo come trovare le dimensioni ideali della tua bici nella nostra pratica guida delle dimensioni.

 


Il cuore della e-bike: tutto sull’accumulatore

L’accumulatore e il motore sono componenti essenziali di una e-bike, da questi dipendono infatti la forza e l’intensità della assistenza alla pedalata. Il tema dell’autonomia dell’accumulatore, però, è ancora fonte di molti dubbi. Abbiamo quindi risposto alle domande più frequenti e stilato una lista di pratici consigli.

Domande frequenti

Posso combinare liberamente l’accumulatore e il motore?

No, a questo ci pensano i professionisti. I produttori delle e-bike possono valutare al meglio quanta potenza supplementare serve per i vari tipi di tracciato e, rispettivamentedi conseguenza, quale combinazione di accumulatore e motore sia più adatta alle tue esigenze. In alcuni motori (per es. Bosch) è tuttavia possibile utilizzare accumulatori di diverse capacità e portata.

Quali tipi di accumulatori offre Bike World?

Nel nostro assortimento sono disponibili accumulatori da 400 e 500 Wh (wattora). Gli accumulatori da 500 Wh offrono un’assistenza di pedalata del 20 percento più lunga o, a seconda della prestazione del motore, più potente.

Quanto tempo impiega il mio accumulatore a ricaricarsi con la normale presa (230 volt)?

Gli accumulatori da 500 Wh raggiungono l’80 percento della carica in circa 2,5 ore. Per raggiungere il 100 percento ci vogliono in tutto 5 ore.

Gli accumulatori da 400 Wh raggiungono l’80 percento della carica in circa 2 ore e il 100 percento in circa 4 ore.

Quante volte posso caricare l’accumulatore?

Oltre alla qualità dell’accumulatore va considerata anche la sua manutenzione.  Più l’accumulatore è trattato con riguardo, più a lungo dura. Mediamente si calcolano dalle 500 alle 1500 ricariche complete.

Quanto costa la ricarica completa di un accumulatore?

Ciò dipende naturalmente dal costo dell’elettricità. Considerando però il costo di 15 centesimi per ogni ricarica completa che, a seconda dell’accumulatore, risulta in oltre 100 chilometri di pedalata assistita (a sua volta dipendente dal tipo di guida e dal tracciato) possiamo affermare che la procedura è davvero a buon mercato.

Come posso calcolare la capacità dell’accumulatore?

Essa dipende da numerosi fattori. Le e-bike sono paragonabili alle auto: oltre al volume dell’accumulatore e del serbatoio vi sono altri fattori che influiscono sulla sua capacità. Per esempio il tipo di terreno, la pressione degli pneumatici, il peso del ciclista e del carico e naturalmente la forza utilizzata sui pedali. Per ottimizzare la durata dell’accumulatore, è quindi importante disporre di un buon sistema di gestione delle batterie. Trovi maggiori informazioni sulla portata sul sito (solo in tedesco) Bosch Reichweitenrechner.

Cos’è il sistema di gestione delle batterie?

Il sistema di gestione delle batterie (BMS) è l’organo di controllo degli accumulatori. Esso fa in modo che le celle si svuotino uniformemente e che non si surriscaldino. Il controllo della temperatura è essenziale per gli accumulatori, dato che in presenza di temperature troppo elevate le celle si consumano più rapidamente. Per questo, durante le lunghe gite in montagna, può succedere che il BMS spenga l’accumulatore per conservarne la carica.

Gli accumulatori funzionano se fuori fa molto caldo o fa freddo?

Se fuori fa davvero caldo, le celle dell’accumulatore si consumano più velocemente. L’accumulatore mantiene le sue funzionalità, ma in caso di temperature esterne elevate non andrebbe sollecitato oltre misura e dovresti concedergli qualche pausa per il raffreddamento.

 

Se la temperatura scende sotto gli 8 gradi, ti consigliamo di portare l’accumulatore in una stanza riscaldata e di rimontarlo sulla bici solo prima di partire. Il freddo potrebbe impedire il corretto svolgimento del processo chimico all’interno dell’accumulatore agli ioni di litio. Consigliamo quindi di montare accumulatori di buona qualità e di dotarsi di e-bike di marche note, nelle quali non noterai diminuzioni della prestazione rilevanti.

Come effettuare al meglio la manutenzione dell’accumulatore?

Un accessorio tecnico come l’accumulatore di una e-bike necessita manutenzione. Oltre ai suggerimenti dati alla domanda sulla temperatura vi sono altri trucchi che consentono di prolungare la vita del tuo accumulatore.

  • Non lasciar cadere l’accumulatore.
  • Non sottoporlo a pressione e non affrancarloinserirlo a caso.
  • Nei viaggi in treno, staccalo dal telaio; carica la bici sul treno senza accumulatore (riduzione di peso) e rimontalo solo successivamente.
  • Nei viaggi in auto, specialmente se la e-bike è fissata al portabici ed è esposta a vento e intemperie, stacca l’accumulatore e trasportalo preferibilmente in una battery bag che lo ripara da colpi e calore. Puoi inoltre avvolgere le prese dell’accumulatore sulla bici in un sacco di plastica per proteggerle dall’umidità. Una e-bike è generalmente più pesante di una normale bicicletta; se la trasporti con l’auto ricordati di prestare attenzione alle direttive sul carico dei sistemi porta carichi.
  • Prima della pulitura stacca l’accumulatore dalla bici e pulisci le prese sul telaio con un panno umido. L’accumulatore stesso non va lavato con acqua, tantomeno con l’idropulitrice. Per liberarlo dallo sporco basta usare un panno umido.
Gli accumulatori sono pericolosi?

Come per gli altri accumulatori anche per quelli delle e-bike sussiste un rischio residuo di surriscaldamento e autocombustione. Ti consigliamo quindi di acquistare prodotti certificati e provati nonché dotatati di marchi di verifica noti, come per esempio la marcatura CeE. Ciò garantisce la migliore qualità di produzione e una maggiore durata nel tempo.

Gli accumulatori delle e-bike hanno una scadenza?

No. Diversamente dagli accumulatori al piombo ancora in dotazione nelle auto, gli accumulatori agli ioni di litio sono composti da materiale secco.


Power to the pedal: il motore per e-bike che fa al caso tuo

Analogamente ai modelli di e-bike e agli accumulatori, anche i motori delle biciclette elettriche possono essere organizzati secondo l’ambito di utilizzo. Qui ti offriamo la nostra consulenza per scegliere il motore che meglio si addice alle tue necessità.

A titolo di chiarimento, ti spieghiamo l’interazione tra l’accumulatore e il motore. Nei motori, il momento torcente è determinante e rappresenta la potenza applicata al suolo che permette l’accelerazione. Tale valore viene indicato in newton per metro. Più questo valore è elevato, più potente sarà l’accelerazione della tua e-bike, per esempio al momento della partenza.

Per rendere possibile tale prestazione, l’accumulatore deve mettere a disposizione abbastanza energia. Questa capacità viene misurata in wattora e naturalmente è direttamente legata all’autonomia della tua e-bike. Maggiore è la forza di trazione necessaria per il tuo tragitto, più elevata è la potenza che l’accumulatore deve mettere a disposizione. Se ciò non avviene correttamente, l’accumulatore si scaricherà più velocemente e tu sarai costretto a ricorrere alla sola forza dei tuoi muscoli per avanzare.

Ambito di utilizzo

Città

È necessario un accumulatore di potenza da moderata a media, dato che devi affrontare meno salite.

Trekking

È necessario un accumulatore più performante per un’autonomia maggiore e per un momento torcente medio, dato che devi affrontare salite da leggere a medie.

Mountain bike, speed bike

Per ottenere un elevato momento torcente nelle salite più impegnative è necessario un accumulatore adeguatamente potente.


Buono a sapersi: posizionamento dell’accumulatore e del motore

È possibile montare l’accumulatore in tre posizioni: sul tubo inferiore, dietro il reggisella o sotto il portapacchi. Se montato sul tubo inferiore consente non solo di spostare il baricentro verso il basso (soluzione ideale per un migliore controllo durante le pedalate), ma anche di trasportare meglio la e-bike (un must, specialmente negli stabili senza ascensore e locale per le bici e, come per le mountain bike, quando è necessario superare ostacoli più alti). Per questo consigliamo una e-bike con accumulatore sul tubo inferiore. Oppure puoi optare per i modelli con un cosiddetto accumulatore semi integrated, integrato direttamente sul telaio. Un buon esempio è la Trek Powerfly FS 7:

 

Sono inoltre disponibili modelli con accumulatore fully integrated. In questi casi l’accumulatore si trova all’interno del telaio. Questo tipo di accumulatore può essere staccato dal tubo inferiore per essere ricaricato. Un esempio di bici con accumulatore fully integrated è la Flyer Uproc3 4.10 dotata di Powertube 500 Bosch (in vendita a partire da marzo 2018). 

 

Per quanto riguarda il motore, valgono regole simili. Anche questo comporta un aumento del peso del mezzo. Le e-bike dotate di un motore al centro della pedaliera sono quindi caldamente consigliate. I vantaggi: migliore equilibrio, migliore trasmissione della forza e un baricentro molto basso che praticamente ti consente di non sentire il peso del motore anche nei tratti più in salita.


In tutta sicurezza: basi giuridiche per le e-bike

Maggiore velocità significa più responsabilità. Per garantire la sicurezza a tutti gli utenti stradali, qui trovi una selezione delle regole e dei doveri più importanti imposti dalla legislazione svizzera agli utenti delle e-bike. La legislazione riconosce due tipi di mezzi: i ciclomotori leggeri (e-bike con assistenza di pedalata fino a 25 km/h) e i ciclomotori (speed e-bike dotate di motori con assistenza di pedalata fino a 45 km/h).

 

  Ciclomotori leggeri (assistenza di pedalata fino a 25 km/h) Ciclomotori (assistenza di pedalata fino a 45 km/h)
 Età minima 14 anni con patente di categoria M, a partire dai 16 possono essere utilizzati senza patente
 
18 anni con patente dell’auto di categoria B  
Obbligo di assicurazione No
Obbligo del casco No, ma lo consigliamo vivamente. Sì, casco secondo la norma EN 1078
Obbligo di assicurazione No
Obbligo dello specchietto retrovisore Non
Permesso di circolazione Piste ciclabili, corsie ciclabili, strade con divieto per motorini, aree pedonali con cartello «Biciclette consentite» Piste ciclabili, corsie ciclabili; solo con motore spento: strade con divieto per motorini, aree pedonali con cartello «Biciclette consentite»