Immersione nella natura: il grande mondo delle mountain bike

Le mountain bike (MTB) sono le biciclette preferite dagli appassionati di escursioni su terreni non asfaltati. Il fatto che non siano concepite in primo luogo per i percorsi asfaltati è evidente: geometria del telaio complessa e robusta, ammortizzazione supplementare e peso extra come portapacchi o parafanghi ridotto al minimo. Nella nostra guida scopri di più sui vari tipi di MTB, oltre a poter consultare una pratica panoramica e a ricevere consigli su telaio, gomme, elementi di ammortizzazione, accessori e molto altro.

Una famiglia, cinque tipi diversi: così trovi la mountain bike perfetta per te

La scelta di biciclette per bambini e tipi di mountain bike è varia quanto le tue esigenze. Tutti sono molto resistenti, ma sono in particolare la corsa della sospensione e la differenza fra hardtail e fully a caratterizzare i vari tipi di mountain bike. Per capire qual è la MTB adatta alle tue esigenze, poniti semplicemente queste tre domande:

 

1. Quali percorsi preferisco? (per es. sentiero nel bosco, singletrail, sentieri alpini, bikepark, downhill)

2. Quale obiettivo voglio raggiungere? (per es. allenamento e resistenza, divertimento o migliori prestazioni nelle gare)

3. Cosa mi aspetto dalla mia bicicletta? (per es. agilità o fluidità, migliore trasmissione della forza in salita o maggiore flow in discesa, peso ridotto?


Mountain bike da tempo libero per principianti

La MTB conveniente per tutti i principianti che desiderano utilizzarla per escursioni fuori città, ma vorrebbero impiegarla anche su brevi tratti urbani.

Vantaggi e fatti:

  • ideale per un accesso a prezzi contenuti nel mondo delle MTB
  • manutenzione minima
  • corsa della sospensione: da 80 a 120 mm

Buono a sapersiBuono a sapersi

La corsa della sospensione indica la lunghezza in millimetri della compressione massima della sospensione. Varia a seconda del tipo di bicicletta: le biciclette per il tempo libero richiedono una corsa della sospensione inferiore rispetto ad esempio alle mountain bike Enduro, che devono ammortizzare salti e urti su terreni accidentati anche a velocità elevate.


Cross Country

Qui tutto è incentrato sulla performance: le biciclette XC (XC = cross country) mettono la prestazione prima del comfort, perché risparmio dello sforzo, peso ridotto e seduta sportiva significano maggiore velocità e tempi migliori. Se i ciclisti downhill puntano a sviluppare la velocità in discesa, quelli cross country mettono l’accento sulla performance sportiva con percorsi in salita più lunghi. I ciclisti XC scelgono quindi modelli hardtail: la forcella anteriore fornisce ammortizzazione sufficiente e l’assenza di ammortizzazione posteriore consente di risparmiare peso.

Vantaggi e fatti:

  • geometria rigida per una trasmissione più diretta della forza
  • costruzione leggera, per trasferire la tua forza con una rapidità maggiore
  • buone caratteristiche per i percorsi in salita
  • seduta allungata e sportiva: ideale per sviluppare un’elevata pressione sui pedali e quindi una pedalata efficiente
  • corsa della sospensione: da 80 a 120 mm
  • Modello solitamente dotato di gomme da 29 pollici per una fluidità particolarmente marcata e una resistenza ridotta al rotolamento.

All Mountain

La mountain bike a proprio agio in tutte le situazioni. Le mountain bike all mountain, in linea di principio disponibili come fully, sono in grado di affrontare qualsiasi avventura, dalle escursioni giornaliere all’Alpencross. Queste biciclette sono robuste e affidabili. Le ampie possibilità d’impiego l’hanno reso negli ultimi anni il tipo di mountain bike più amato.

Vantaggi e fatti:

  • particolarmente versatile
  • mix perfetto di comfort, trazione ed efficiente trasmissione della forza
  • ideale per salite prolungate e per il massimo divertimento in discesa
  • seduta bilanciata: sportiva e confortevole corsa della sospensione: da 130 a 160 mm

Buono a sapersiBuono a sapersi

L’Alpencross, detto anche Transalp, è un’escursione che comporta la traversata delle Alpi. Questo tipo di escursione di diversi giorni richiede un maggiore comfort per quanto riguarda la posizione del manubrio e la seduta. L’obiettivo è una seduta eretta, che alleggerisce la schiena anche dal peso dello zaino.


Enduro

Il fratello maggiore delle biciclette all mountain. Le MTB Enduro, benché adatte alle escursioni, sono più focalizzate sulla parte downhill dell’escursione. Nel trailriding, percorsi da tecnici a flow durante le escursioni, appianano i passaggi più accidentati. Il parkriding diventa un piacere grazie all’ammortizzazione efficace di ostacoli come wallride, shore, rockgarden e drop.

Vantaggi e fatti:

  • frequente la seduta eretta per più comfort
  • maggiore trazione grazie alla sospensione integrale, che ha inoltre il vantaggio di salvaguardare le articolazioni
  • passo lungo (distanza tra la ruota anteriore e posteriore) e angolo di sterzo piatto garantiscono maggiore fluidità e migliore aderenza
  • corsa della sospensione: da 150 a 180 mm
  • dischi dei freni di grandi dimensioni per un’elevata potenza frenante
  • ampio manubrio con attacco corto per un maggiore controllo

Freeride/Downhill

Per il massimo divertimento in discesa. Le biciclette freeride e downhill sono fully molto stabili e con una struttura solida, adatte alle discese ripide. A causa del peso queste biciclette non sono particolarmente indicate per le salite, ma la corsa lunga delle sospensioni e i freni potenti consentono il massimo del divertimento in discesa. Pendii rocciosi, radici spesse e ampi drop? Niente ti può fermare!

Vantaggi e fatti:

  • sospensione integrale per una maggiore trazione
  • geometria piatta con passo lungo per maggiore fluidità e migliore controllo
  • corsa della sospensione: da 170 mm
  • dischi dei freni particolarmente grandi per un’elevata potenza frenante
  • ampio manubrio con attacco corto per un maggiore controllo

 


E-mountain bike

Le biciclette con una spinta in più. Chi si muove volentieri fuori dalle strade asfaltate e desidera raddoppiare la velocità in salita, apprezzerà sicuramente questa versatile e-mountain bike. Il motore elettrico fornisce una buona trasmissione della forza in salita, per godersi poi ancor di più la discesa.

Vantaggi e fatti:

  • disponibile come hardtail o fully
  • per una distribuzione ottimale del peso, il motore è al centro della bicicletta (nella pedaliera). Inoltre il baricentro ribassato garantisce maggiore stabilità e fluidità
  • corsa della sospensione: da 100 a 160mm

Maggiori informazioni sulle e-bike nella nostra guida e-bike.

 


Le molteplici forme delle mountain bike; ecco come la tua MTB si adatta alle tue esigenze

Dalle sospensioni alle dimensioni delle ruote fino ai dischi dei freni, le possibilità di adeguare la tua bicicletta al tuo stile di guida sono moltissime. Qui ti presentiamo le principali.

 

Due volte peso piuma: confronto tra hardtail e fully

La differenza principale tra hardtail e fully consiste nel fatto che le hardtail dispongono di una sospensione anteriore (forcella), mentre le fully o full suspension bike sono dotate anche di sospensione posteriore.

I vantaggi a colpo d’occhio:

Mountain bike hardtail Ideale per sentieri nel bosco, semplici singletrail ed escursioni sportive giornaliere

  • Modello extrarigido e particolarmente leggero, ideale per performance da gara cross country
  • Bicicletta più leggera ed economica con manutenzione più semplice rispetto alle fully
  • La rigidità consente una trasmissione più diretta della forza al terreno, per la massima efficacia nell’utilizzo della forza muscolare e un minore dispendio di energia
  • Relativamente economica e anche per questo l'ideale per i principianti della MTB

Mountain bike hardtail

  • La doppia sospensione è l'ideale per i ciclisti appassionati di discesa, dal cross country ai singletrail fino alle corse downhill più veloci
  • Maggiore adattabilità sul terreno
  • Trasmissione della forza più efficace e migliore contatto con il terreno conferiscono maggiore sicurezza anche su percorsi difficili e una velocità più sostenuta in discesa
  • Maggiore fluidità e protezione delle articolazioni Possibilità di bloccare la sospensione per affrontare le salite in montagna con maggiore efficacia

Per il massimo divertimento sul terreno, quali dimensioni del telaio di una mountain bike sono adatte a me?

La geometria e le dimensioni dipendono dalle necessità e dalla statura del ciclista. Qui ti mostriamo come trovare le dimensioni del telaio di mountain bike perfette per te.

 

L’importanza del telaio: la decisione tra alluminio e carbonio

Di norma, per i telai delle biciclette si impiegano due materiali: alluminio o carbonio. L’alluminio è molto diffuso e più economico, il carbonio è più costoso, ma è un po’ più leggero e piacevole alla vista, perché non deve essere saldato. Proprio nell’ambito delle MTB è utile sapere che il carbonio assorbe gli urti meglio dell’alluminio. Tuttavia, grazie a costruzioni sempre più ottimizzate, anche le biciclette in alluminio diventano sempre più leggere e nel segmento di prezzo medio sono decisamente preferite per quanto riguarda elementi come prezzo e scelta.


Ammortizzazione – i vari meccanismi di blocco della sospensione

La sospensione è una dotazione indispensabile per le MTB, ma comporterebbe un’enorme perdita di forza durante le salite: A seconda della regolazione, i sistemi di ammortizzazione cedono leggermente a ogni pedalata: in questo modo la forza muscolare non viene interamente trasmessa al terreno. Per questa ragione oggi i sistemi di ammortizzazione consentono di bloccare il meccanismo a seconda della situazione e quindi di trasmettere la forza muscolare ai pedali e al terreno in modo più diretto. Questa funzione è nota con il termine lockout. Il ciclista gestisce l’apertura e il blocco della sospensione con la leva posta direttamente sulla sospensione o con un comando remoto sul manubrio (per es. nel caso del poploc).


Ruote per l'avventura: quale dimensione scegliere?

Prima tutti usavano le ruote da 26’’, poi sono arrivate quelle da 29’’ e adesso anche quelle da 27,5’’ (650B). La dimensione delle ruote è legata direttamente al tuo stile di guida preferito.

Ruote per l'avventura: quale dimensione scegliere?

Prima tutti usavano le ruote da 26’’, poi sono arrivate quelle da 29’’ e adesso anche quelle da 27,5’’ (650B). La dimensione delle ruote è legata direttamente al tuo stile di guida preferito.

Ecco una breve guida:

le ruote da 27,5’’, dette anche 650B, sono stabili e facilmente manovrabili. Perfette per persone che desiderano una bicicletta maneggevole.

Le 27,5+’’ sono un po’ più larghe delle 27,5’’, il volume maggiore permette di utilizzarle anche con una pressione inferiore delle gomme e possono essere montate anche sulle biciclette predisposte per ruote da 29’’. Garantiscono il massimo divertimento sul terreno grazie alla presa ottimale e perdonano anche i piccoli errori di guida. Ideali per chi vuole divertirsi al massimo e desidera una trasmissione più efficace della forza.

Le ruote da 29’’ consentono maggiore fluidità e raggiungono velocità maggiori. Inoltre mostrano una migliore resistenza roll-over di fronte agli ostacoli grazie a un angolo di roll-over più piatto. Ciò significa che per superare gli ostacoli avrai bisogno di uno sforzo inferiore rispetto a quello necessario con ruote più piccole. La dimensione perfetta per chi pone chiaramente l'accento sulla performance e punta su una trasmissione efficace della forza.

Per tutti i tipi di ruote sono disponibili i cosiddetti tubeless kit, ossia gomme riempite con un sottile strato di uno speciale latte, che sigilla automaticamente fessure e piccoli fori. Grazie a questo pratico accessorio, l’aria resta nelle gomme e non è necessario utilizzare un tubo supplementare. I vantaggi sono una resistenza al rotolamento particolarmente ridotta e una maggiore sicurezza in caso di panne. Il montaggio è però più complesso e richiede più tempo rispetto alle gomme con il tubo.


Fermi tutti! Massima sicurezza con i freni giusti

Sul terreno non c’è spazio per i compromessi. Questo vale anche per i sistemi frenanti, perché la sicurezza è un aspetto importante quando si acquista una mountain bike. La sicurezza è davvero garantita solo se l’arresto è possibile anche su terreni difficili. Ad oggi molte biciclette sono dotate di freni a disco, vale a dire di un disco in metallo posto sul mozzo della ruota, attivato mediante attrito da uno o due lati. I freni a disco si basano su un principio idraulico o meccanico. Qui trovi le differenze tra i due sistemi:

Freno a disco idraulico

  • Funziona con un liquido specifico, costituito da olio minerale o liquido DOT
  • Minore perdita per attrito
  • Consente di dosare al meglio la forza e permette una frenata più potente e diretta
  • Lavora con due pistoni che frenano il disco di metallo su due lati
  • È tecnicamente molto complesso e deve essere spurgato con un’attrezzatura specifica una volta all’anno
  • È lo standard per le mountain bike di alta gamma

 

Freno a disco meccanico

  • Come per i classici freni a pattino, la frenata viene dosata dalla pressione delle dita: l’estensione dei cavi comporta una trasmissione inferiore della forza ai freni
  • Lavora di norma con un solo pistone, che spinge il disco del freno contro la pastiglia
  • È più facile da riparare rispetto ai freni a disco idraulici e richiede in generale meno manutenzione
  • È impiegato nelle mountain bike meno costose per il tempo libero

In generale:

più è grande il disco montato e maggiore è la forza frenante, ma anche l’usura di cerchio e mozzo, perché maggiore è la forza che vi agisce.

Qui ti spieghiamo come regolare correttamente i freni: